Per mezzo del Provvedimento n. 96911 del 27 febbraio 2020 l’Agenzia delle Entrate ha disposto che a decorrere dal 2 marzo 2020 vengono resi disponibili a ciascun fornitore, per mezzo del “Cassetto fiscale”,  le informazioni relative alle dichiarazioni d’intento trasmesse dagli esportatori abituali per via telematica al fine di avvalersi del regime di non imponibilità previsto dall’art. 8, co. 2 del D.P.R. n. 633/1972.

Con il sopracitato Provvedimento l’Agenzia delle Entrate fornisce (finalmente) le indicazioni operative legate alle modifiche apportate dal c.d. “Decreto Crescita” alla disciplina delle dichiarazioni d’intento, in ossequio alle quali il fornitore dell’esportatore abituale dovrà indicare sulla fattura emessa gli estremi del protocollo di ricezione della dichiarazione d’intento.

Sempre per il tramite del Provvedimento dello scorso 27 febbraio è stato approvato un nuovo modello di lettera d’intento da utilizzare dal 2 marzo 2020. E’ comunque consentito l’utilizzo del precedente modello di lettera d’intento fino al 60° giorno successivo alla pubblicazione del menzionato Provvedimento (29 aprile 2020).