La Legge di Bilancio 2020 ha introdotto importanti novità. In particolare l’art. 1 comma 679-680, ha previsto che dal 1° gennaio 2020, ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, la detrazione dell’imposta lorda nella misura del 19%, spetta a condizione che la spesa venga sostenuta utilizzando sistemi di pagamento tracciabili quali:

 

  • Carte di credito o debito
  • Bancomat o pos
  • Assegni bancari o circolari
  • Bonifici bancari o postali

 

Pertanto TUTTE le spese che concorrono al beneficio fiscale del 19% in sede di dichiarazione dei redditi, a decorrere dall’anno 2020, non potranno essere più effettuate con l’utilizzo del denaro contante, pena la perdita della detrazione. A titolo semplificativo riassumiamo di seguito le spese soggette a questo sistema di pagamento:

 

  • Spese sanitarie
  • Interessi per mutui ipotecari
  • Spese di istruzione
  • Spese funebri
  • Spese per l’assistenza personale
  • Spese per attività sportiva per ragazzi
  • Spese per intermediazione immobiliare
  • Spese per canoni di locazione sostenute da studenti universitari fuori sede

 

  • Erogazioni liberali
  • Spese veterinarie
  • Premi per assicurazioni sulla vita e contro infortuni
  • Spese per l’acquisto di abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico regionale ed interregionale

Si possono ancora pagare in contanti:

  • Medicinali e dispositivi medici
  • Prestazioni sanitarie rese dalle sole strutture sanitarie accreditate al Servizio Sanitario Nazionale.

 

Lo Studio è sempre a disposizione per ogni eventuale delucidazione.

 

STUDIO G&G

Commercialisti Associati